Worldwide shipping! | Free shipping within Germany for orders over 100 € | All payment methods at Etsy ⇗ and Amazon ⇗ | Visit us on Instagram ⇗ and watch our new production video ⇗ 🙂 | Save 15% on three GANJAR S or F and get a XS with the code: GROW15 | Subscribe to our newsletter ⇗ and get a 10% welcome voucher!

Perché si usano i filtri a carbone attivo?

Il fumo di tabacco rilascia una serie di sostanze, alcune delle quali sono più dannose di altre. L’erba viene molto spesso fumata insieme al tabacco, motivo per cui, soprattutto in Europa, si utilizza un filtro a carboni attivi insieme allo spinello per catturare le sostanze inquinanti. Secondo un sondaggio compatto su Instagram di bushplanet.com dalla Germania, il 76% degli intervistati ha dichiarato di fumare spinelli con filtri a carbone attivo. Negli Stati Uniti, tuttavia, tali filtri sono raramente utilizzati.

 

Come si produce il carbone attivo e come funziona?

Il carbone attivo si ottiene dalla lignite e dal carbone fossile, ma può essere ricavato anche da fibre di cocco, gusci di noci, legno e torba. Quest’ultimo è chiamato anche carbone vegetale. Uno speciale processo di produzione in cui il materiale di partenza viene sottoposto a parziale ossidazione e calore conferisce al carbone una struttura altamente porosa in cui i pori sono interconnessi come una spugna. Ciò conferisce al carbone una superficie interna enormemente ampia. Quattro grammi di carbone attivo possono quindi avere una superficie interna grande come un campo da calcio. Grazie a questo reticolo stretto, il carbone attivo ha una forte
Capacità di assorbimento

.

Il carbone può così assorbire le sostanze più pesanti e lasciar passare quelle più leggere. Il carbone attivo viene utilizzato, tra l’altro, per la purificazione dell’aria nelle fabbriche o per il trattamento delle acque. I filtri industriali a carbone attivo sono utilizzati anche nella coltivazione della cannabis per ridurre il forte odore della marijuana durante la coltivazione indoor. Pertanto, questa forma di filtraggio è molto più efficiente rispetto alle normali punte filtranti, che non catturano quasi nessuna delle sostanze presenti nel fumo.

Cosa filtra il carbone attivo dallo spinello e ha effetto sul THC?

Una miscela di erba e tabacco contiene circa 600 sostanze inquinanti. Contiene catrame e nicotina, ma anche metalli pesanti come piombo, nichel e altri inquinanti come arsenico, cianuro di idrogeno e diossina. Il filtro a carbone attivo contiene i pezzi di carbone poroso, dove il fumo viene condotto attraverso uno stretto labirinto. Durante il passaggio attraverso il filtro, gran parte di questi inquinanti viene catturata. Dopo ogni utilizzo, queste sostanze si accumulano nel carbone, riducendo gradualmente il potere filtrante.

Tuttavia, i filtri a carbone attivo utilizzati in commercio non filtrano il THC o il CBD, poiché queste particelle sono troppo piccole e passano facilmente. Tuttavia, questo può Altri cannaboidi e costituenti che possono influenzare il gusto e il tipo di intossicazione. Così molti riportano Erba Fumatore di sballarsi piuttosto che di sballarsi quando usano questi filtri. Il fumo è più chiaro e più delicato, ma alcuni lamentano anche un’alterazione del gusto. Questa circostanza è, naturalmente, sempre soggettiva e sarà
Fumatore
classificati in modo diverso.